Lo stemma del comune di San Giovanni Lupatoto¹

Questo importante ed industriale paese, con decreto 4 aprile 1927, n. 552 aggregato al comune di Verona e successivamente, in base alla legge 16 giugno 1932, n. 880, ricostituito autonomo, ha per stemma un lupo rampante in campo azzurro, lo scudo sormontato da una corona a cinque fioroni d'oro, come quella di principe, senza perle alternate.
La figura di questo stemma attraverso la storia e l'etimologia del nome di questa terra, ci dà i seguenti dati e considerazioni.
Dello stemma di San Giovanni Lupatoto, sia nelle vecchie carte esistenti presso l'Archivio Comunale del luogo, sia presso il Regio Archivio di Stato di Venezia, non esiste traccia, però è venuto alla luce un documento del 1866, nel quale sta scritto: "Sin dalla primitiva costituzione del Comune di San Giovanni Lupatoto il suo stemma era quello di un lupo rampante con corona, coll'esergo "Municipio di San Giovanni Lupatoto" attorno allo stemma stesso. Il sigillo originale era corroso ed inutile per cui nel 1866 fu rinnovato ed è appunto quello che si usa oggi come sigillo d'ufficio".
Di San Giovanni Lupatoto si trova cenno, per la prima volta, nel 1178, come scrive Gino Ferrari nel suo volume La campagna veronese. Nel 1178, infatti, appare la località denominata Sanctum Joannem ad lupum totum" così pure in epoche posteriori è fatta menzione della villa "Sancti Ioannis ad lupum totum", che nei libri degli Estimi del 1518 si trova da altre località abitate, fra le quali la più importante Cà di Fontana. Nel 1548 questo villaggio è talvolta chiamato "San Giovanni Lovatoto" e nel 1715 "Villa di San Zuane Lupatoto".
Nel territorio di detto comune è Paquara, lo storico luogo ove il 28 agosto 1233 frà Giovanni da Schio (1200 – 1260), celebre domenicano, in quei giorni duca e rettore di Verona, tenne quel grande convegno di principi e popoli italiani chiamato "Festa della pace", con successo però momentaneo. Della servitù feudale di questo comune è menzione in un decreto del Doge Corner in data 28 agosto 1625. Prima della dominazione napoleonica, San Giovanni Lupatoto appartenne al vicariato di Cà di Campagna, uno tra i più importanti della provincia di Verona. Circa l'origine del nome Lupatoto, vi è chi lo vuole far derivare da LUPIA, nome comune a molti luoghi sabbiosi ed incolti del padovano, vicentino e veronese, come l'Olivieri in Studi sulla toponomastica veneta o da LUPARIA, erba delle ranuncolacee; chi invece, come l'Avogaro ed altri, da LUPO, del quale parere siamo noi pure.
Infatti, come sopra esposto, quando per la prima volta nel 1178 appare il nome di questo luogo, sta scritto Sanctum Joannem ad lupum totum, così pure Lupum Totum sta scritto in successive date. Altre volte è detto LOVATOTO, dal dialettale LOVO per LUPO.
E' da escludersi pertanto la derivazione da LUPIA, che in tale caso si avrebbe dovuto derivare LUPIATOTO o da LUPARIA; mentre si può arguire, senz'altro, derivi da LUPO o meglio da LUPA.
Nessuna tradizione ci viene tramandata su tale origine; forse potrebbe essere stata chiamata questa località, perché un tempo boschiva, ed in qualche epoca invasa dai lupi, lupum totum, come accenna il Sormani Moretti nella sua Monografia di Verona, per altro simile fatto.
Certamente chi scelse per questo comune la figura del lupo non la scelse a caso, ma bensì in base a ragioni giustificate, o, forse, avallate, se non dalla storia, da tradizioni locali, ora dimenticate.
Abbiamo detto che lo scudo dell'attuale stemma è sormontato da una corona a cinque fioroni. Ciò non risulta da precedenti decreti di speciale concessione, per cui, ai sensi del vigente Regolamento Tecnico Araldico questo stemma ottenuto il prescritto decreto di concessione, dovrà avere lo scudo sannitico sormontato dalla corona del Comune, che è formata da un cerchio aperto da quattro pusterle (tre visibili) con due cordonate a muro ai margini, sostenente una cinta, aperta da sedici porte (nove visibili), ciascuna sormontata da una merlatura a coda di rondine, e il tutto di argento murato di nero.
Ai sensi poi del recente Regio Decreto 12 ottobre 1933, n. 1440, lo stemma di San Giovanni Lupatoto potrà avere l'onore del Capo col Fascio Littorio.
Lo stemma, pertanto, del Comune di San Giovanni Lupatoto (provincia di Verona), tenuto conto delle considerazioni storico etimologiche che lo originarono, e delle vigenti disposizioni tecnico araldiche, potrà essere: d'azzurro alla lupa rampante, avente il capo rosso (porpora) al fascio littorio d'oro, circondato da due rami di quercia e alloro annodati da un nastro dai colori nazionali. Gonfalone a foggia regolamentare con drappo color azzurro, caricato dallo stemma del comune, sormontato dalla iscrizione centrata, in argento Comune di San Giovanni Lupatoto; ornamenti di argento.

Giuseppe Cinquetti.


¹ Dal giornale L'arena del 11/02/1934



COMITATO RADICI - SAN GIOVANNI LUPATOTO (VERONA) Via Quattro Novembre 105

E-mail